Guideline: Settembre 2016

| |

Giove varcherà la porta della Bilancia, Mercurio e Plutone torneranno diretti, Venere virerà verso l’oscuro Scorpione mentre Marte giocherà in casa in Capricorno.

Il 9 settembre alle 13:18, Giove entrerà nel segno della Bilancia. Il settimo segno zodiacale non presenta particolari affinità con l’Astro della Fortuna eccetto per la triplicità aerea che ben si armonizza col domicilio in Sagittario, un segno di Fuoco. Questa connessione potrà essere favorevole alla sfera artistica, legislativa e al mondo femminile grazie all’intermediazione di Venere, signora del segno. Per maggiori informazioni si legga Panoramica Anno 2016.

Il 22 settembre alle 7:31, Mercurio tornerà diretto in Vergine, suo domicilio secondario. Per maggiori informazioni sul transito si legga Guideline: Luglio 2016.

Il 22 settembre alle 16:21, il Sole entrerà in Bilancia iniziando l’Autunno.

Il 23 settembre alle 13:50, Venere entrerà nel segno dello Scorpione, suo esilio secondario. L’ottavo segno zodiacale è dissimile da Venere per molti aspetti, primo fra tutti la dissimilarità zodiacale. Il rapporto fra Venere e Marte, in domicilio secondario nello Scorpione, in termini zodiacali è sempre molto turbolento e contradittorio in quanto rappresenta la tensione della forza erotica che tende verso la riproduzione unificando gli opposti sessuali. Il transito, pertanto, stimolerà la sessualità e il bisogno di contatto rendendo l’erotismo uno strumento efficace per toccare le corde più sottili del cuore. Non sono da escludere esplosioni immotivate dovute, invece, ad una metabolizzazione errata della forza libidica promossa dal Pianeta dell’Amore sul campo di battaglia marziano. A differenza di altri incontri fra i due pianeti, il rapporto scorpionico non si espliciterà ma giocherà principalmente dietro le quinte, attraverso l’accumulo di rabbia o frustrazione che potrebbe trasformarsi in malizia nevrotica, complotto o rigidità. L’amore per tutto ciò che pertiene il mistero e gli intrighi sarà il padrone indiscusso di questa posizione, è bene guardarsi dalle cose poco chiare. 

Il 26 settembre alle 17:00, Plutone tornerà diretto in Capricorno. Per maggiori informazioni si legga Plutone in Capricorno: La Morte del Vecchio.

Il 27 settembre alle 10:06, Marte entrerà in Capricorno, sua esaltazione. Una delle posizioni più interessanti ed equilibrate di Marte che in virtù dell’ausilio saturniano può concretamente indirizzare la sua immensa forza attiva verso obiettivi concreti. Il transito favorirà la pianificazione per il nuovo anno lavorativo, la tenacia e l’ambizione, la capacità di tagliare quanto di inutile e infestante possa esserci nel nostro circondario e non per ultima l’energia ottimale per riprendere il tram tram della vita quotidiana post-vacanze. La facilità con cui Marte promuoverà l’autocontrollo, la praticità, la disciplina e l’autoaffermazione potrà tornare utile per intraprendere un nuovo percorso.


Luna Nuova
Eclisse Solare Anulare
1 settembre, 11:03 9°21’ ♍
Primo Quarto 9 settembre alle 13:48 17°13’ ♐
Risultati immagini per eclipse lunar Luna Piena
Eclisse Lunare Penombrale
16 settembre 21:05 24°19’ ♓
Ultimo Quarto 23 settembre, 11:56 0°47 ♋
Apogeo 6 settembre, 20:49, 14°55’ ♏
Perigeo 18 settembre, 19:07, 22°40’ ♈
Levata     
(inizio, metà e fine mese)
21:28 – 8:43 – 20:41
Calata     
(inizio, metà e fine mese)
9:39 – 20:25 – 9:41
Nome del Plenilunio Luna del Raccolto

Alba     
(inizio, metà e fine mese)
6:35 – 6:50 – 7:06
Tramonto     
(inizio, metà e fine mese)
19:45 – 19:21 – 18:54
Transito Sidereo 16 settembre in Virgo
Durata del Giorno diminuisce di 1 h 20 min
 

Congiunzione Marte-Saturno: Dulce bellum inexpertis

| |

Il 24 agosto, Marte e Saturno si incontreranno nel segno del Sagittario nella cosiddetta congiunzione minore. I due Malefici della tradizione riapriranno il dibattito mediorientale.


La tradizione astrologica antica riteneva che le congiunzioni fra i pianeti superiori (Marte, Giove, Saturno) svolgessero un ruolo cardine negli eventi mondiali. Innanzitutto perché la loro rarità rappresenta un motivo di analisi – come nel caso dell’eclisse – ma anche perché scandenti i cicli sinodici. Il più noto ciclo sinodico è quello lunare che inizia col Novilunio – l’incontro o congiunzione fra la Luna e il Sole - e si conclude col Novilunio successivo attraversando le varie fasi che non è necessario elencare. La cadenza del ciclo lunare è mensile. Lo stesso principio è applicato a tutti i pianeti rimanenti, la cui congiunzione reciproca – al pari del Sole e della Luna – inizia un ciclo che parimenti passerà per il sestile, la quadratura, il trigono, l’opposizione e quindi nuovamente per la congiunzione. Nel caso dei pianeti molto lenti, il ciclo sinodico si esplica in un lasso di tempo molto lungo che copre parecchi anni mentre nel caso dei pianeti mediamente lenti – come Marte – il ciclo è più ridotto. Per chiarire il concetto prendiamo i cicli sinodici di Giove in rapporto ai pianeti esterni: Giove-Saturno, 20 anni; Giove-Urano, 14 anni; Giove-Nettuno, 13 anni; Giove-Plutone, 12 anni. La situazione cambia se consideriamo i cicli sinodici di Saturno rispetto ai pianeti esterni: Saturno-Urano, 45 anni; Saturno-Nettuno, 37 anni; Saturno-Plutone, 36 anni. Nel caso di Urano, il tempo del ciclo sinodico copre più di un secolo: Urano-Nettuno, 172 anni; Urano-Plutone, 126 anni. Si evince, dall’elenco, che il ciclo sinodico aumenta con l’aumentare della distanza dal Sole. Più ci avviciniamo al luminare, più frequente e corto sarà il ciclo sinodico. Nel caso di Marte, infatti, il rapporto orbitale è mediamente lungo limitandosi ad un lasso di due anni circa. Nel caso dei pianeti inferiori o interni che presentano un’orbita ridotta per vicinanza al Sole, il ciclo sinodico è molto breve tanto da non essere considerato un evento così raro da produrre un eco a livello mondiale. Ad ogni modo, sebbene i pianeti inferiori siano esclusi dall’analisi dei cicli sinodici lunghi rientrano nel ciclo delle triple congiunzioni ovvero di quelle congiunzioni che riguardano tre o più pianeti compresi gli inferiori, ad esempio, Mercurio-Venere-Giove o ancora Saturno-Marte-Giove-Venere e così via. Nel momento di perfezionamento della congiunzione fra Marte e Saturno, ad esempio, negli ultimi gradi della Vergine si formerà una tripla congiunzione fra Mercurio-Venere-Giove. Le congiunzioni fra i pianeti superiori, al pari dell’eclissi, furono elevati a controllori e guardiani degli eventi storici a lungo raggio. L’importanza è tale che J.B. Morin, nella sua opera astrologica monumentale, spiega:

(…) Gli astrologi antichi osservarono le Rivoluzioni sinodiche del Sole, della Luna e dei Pianeti superiori. Supposero che le rivoluzioni fossero le cause prime dei cambiamenti di questo mondo ed eressero le carte del cielo di tutti i sinodi (…) La congiunzione è la connessione più potente ed efficace (…) perché le forze influiscono maggiormente unite che separate. Nella congiunzione l’unione dei pianeti raggiunge la sua completezza; essi sono sulla stessa linea e nello stesso punto del cielo in rapporto alla Terra.
J, B. Morin, Astrologia Gallica, XXV, 1661

Ora, sempre gli antichi, divisero le congiunzioni fra i pianeti superiori in grandi, medie e piccole secondo la frequenza e la triplicità occupata dalla congiunzione. L’incontro fra Marte e Saturno, che inizierà il 24 agosto alle 12:26 (ora italiana), rientra nel ciclo di piccole congiunzioni che dalla triplicità equorea dello Scorpione della precedente congiunzione (25 agosto 2014, 21:29 CED +2, 17°40’♏) si passa a quella ignea del Sagittario. La congiunzione del 2014 si perfezionò nel secondo decano dello Scorpione, dominato da Nettuno, in quadratura a Venere e Giove. Entrambi i pianeti si trovavano in una condizione mediamente forte, in quanto, Marte godeva del domicilio secondario e Saturno del domicilio primario per ricezione mutua con Plutone in Capricorno. Il pianeta infero retrogrado, a sua volta, riceveva una quadratura da Urano congiunto al malefico Nodo Sud. La breve analisi suddetta non nasconde la portata bellica dell’evento astrologico anticipando inquietantemente i fatti terroristici arabi. Nel dicembre dello stesso anno, infatti, si verificò il più grande massacro della storia pakistana, la Strage di Peshawar che aprì le porte agli eventi marziani del 2015. Il decano nettuniano, d’altronde, pose l’accento sugli ideali religiosi e spirituali alla base dello spargimento di sangue che caratterizzò i due anni della precedente congiunzione. A tal proposito, l’acme fu raggiunto quando Saturno entrò in quadratura con Nettuno come abbiamo analizzato in Quadratura Saturno-Nettuno: Force n'est pas droit.


La situazione si complica nella congiunzione del 2016. I due pianeti sembrano condividere una condizione similare di peregrinazione, sebbene Marte si trovi più a suo agio nell’igneo Sagittario rispetto a Saturno, di natura fredda. Il pianeta nero, a differenza della precedente congiunzione, perde l’ausilio della ricezione mutua con Plutone avendo superato l’ottavo segno zodiacale. Inoltre, i due malefici ricevono una quadratura dal Sole ed inviano una quadratura verso Nettuno formando la configurazione del Quadrato a T, il cui apice è appunto l’unione dei due. Ora, non è difficile capire quali tematiche siano in gioco; innanzitutto l’innalzamento della violenza e dell’aggressività dovuta all’incontro di due pianeti dissimili (Marte/caldo – Saturno/freddo), quindi, i rapporti tesi con l’apparato governativo (Sole) a sua volta opposto agli ideali comunitari e religiosi (Nettuno). In Europa, grosso modo, la casa dominata dal Sole è proprio il MC notoriamente legato ai governanti. A Marte è assegnata la signoria della VI Casa (sottomissione) mentre a Saturno quella della III Casa (comunicazione). Il decano interessato dalla congiunzione è il primo del Sagittario, presieduto da Giove. Il Grande Benefico estende la sua benevolenza sulla ricchezza, il benessere ma anche le istituzioni religiose, legislative e culturali. Il Sagittario, in aggiunta, possiede un forte legame con l’estero, la filosofia e le culture diverse dalla propria. I due anni che si aprono con la congiunzione del 24 agosto, pertanto, saranno caratterizzati da un dibattito accesso e spesso violento in relazione alla cattiva gestione del potere e all’introduzione di nuove leggi e normative frutto del cambiamento culturale dell’umanità. Non è da escludere lo spargimento di denaro, più che di sangue, col blocco prevedibile dei grandi flussi economici. Questa interpretazione è avvalorata dal fatto che la congiunzione cade in II Casa (ricchezza, tassazione) nei pressi della cuspide. Al contrario, la precedente congiunzione cadeva in VII Casa (opposizione, nemici aperti). Analizzando l’astrocarta notiamo che le linee di entrambe le congiunzioni – 2014 e 2016 – toccano la zona orientale interessata dai tumulti degli ultimi tempi. Ciò ci porta a concludere che sentiremo ancora parlare dell’I.S.I.S, se non altro per la presenza della congiunzione sulla cuspide della XII Casa radicale (terrorismo) della fondazione dello Califfato Islamico. Infine, a conferma di quanto suddetto, bisogna evidenziare che i due pianeti, nel momento del perfezionamento dell’aspetto, si congiungeranno ad Antares (α Scorpii) o Cor Scorpii (Il Cuore dello Scorpione), una delle quattro stelle regali celebri nell’antichità. Secondo la tradizione, Antares congiunta a Marte e Saturno provoca dissidi, ipocrisie religiose e danni sociali. A livello personale, la congiunzione dei due malefici, innesca uno scontro fra gli impulsi aggressivi e quelli razionali. Alan Leo (1860-1917) descrive questa unione come l’incontro fra il fuoco e il ghiaccio:
(…) Come se una barra di rosso ferro fosse immersa nell’acqua (…) Questo aspetto potrebbe essere paragonato alla mescolanza del ferro e del carbone che insieme danno luogo all’acciaio: se le proporzioni non sono giuste, o “la conversione” non è eseguita a dovere, ne risulterà solo un pezzo di ferro friabile ed inutile.
L’Oroscopo Progresso, p. 212, Nuovi Orizzonti, 1997 (1906).

In generale, possiamo dire che la congiunzione fra Marte e Saturno sobillerà la rabbia repressa, l’avventatezza e l’estremismo portandoci ad azioni e scelte spesso frutto dell’impulso più che della ragione. È bene smaltire l’energia stagnante o l’innalzamento dei livelli di rabbia dedicandosi ad attività faticose che consumino in maniera innocua l’energia bloccata.


Ariete. Marte, signore del tuo ascendente, ti porterà ad essere più estremo ed irremovibile favorendo situazioni tese che al contrario richiedono un accomodamento per risolversi. L’ambito lavorativo ed espressivo sarà il ricettore principale della rabbia accumulata che spesso rivolgerai contro te stesso, mettendoti il bastone fra le ruote. Sono sconsigliati i viaggi all’estero e i cambiamenti di lavoro. Dovrai riservare particolare attenzione al rapporto coi cognati.
Toro. La congiunzione accentuerà le spese e i pagamenti non programmati, in un vero e proprio dissanguamento economico. Per arrestare l’emorragia, ad ogni modo, dovrai ricorrere alla parsimonia saturniana ed evitare di vivere sopra i tuoi mezzi. La rabbia repressa potrebbe fuoriuscire in maniera improvvisa e costringerti a scelte delle quali potresti pentirti. È sconsigliato, per i due anni a venire, lo svolgimento o ripresa di cause legali.
Gemelli. I rapporti con l’altro, specialmente lavorativi e sentimentali, subiranno un arresto dovuto al risorgere improvviso di problemi e rancori ritenuti passati. Sarai intollerante ed insofferente al circondario e spesso dirigerai la rabbia repressa contro il partner generalmente innocente. Prova a concentrarti su attività produttive evitando una guerra paranoica contro obiettivi tutt’altro che colpevoli. Sconsigliato il matrimonio e la fondazione di associazioni o alleanze. Non è il momento di porsi in una condizione di sfida.
Cancro. La rabbia repressa si manifesterà con qualche disturbo psicosomatico che dovrai tenere sotto controllo per evitare che si cronicizzi. Ad esempio, potresti sperimentare un calo di energie o una propensione agli strappi muscolari. I nativi che lavorano alle dipendenze di qualcuno sentiranno la spinta possente del desiderio di indipendenza che si tradurrà in una repulsione dell’ambiente lavorativo. Non è ancora il momento di cambiare lavoro, resisti. Sconsigliata l’adozione di animali domestici.
Leone. I sentimenti saranno al centro della congiunzione. Ti sentirai insoddisfatto e sempre più incline ad isolarti rimuginando dannosamente sulle tue sconfitte. L’atteggiamento rinunciatario favorirà così una sequela di eventi perniciosi prodotti esclusivamente dal tuo approccio negativo. Evita di eccedere coi vizi, cercando qualcosa che ti faccia evadere, il problema è a livello intimo non esteriore. Sconsigliate le gravidanze e il gioco d’azzardo.
Vergine. L’ambiente familiare, estremizzato dalla congiunzione, risulterà asfissiante e pesante. La voglia di indipendenza e il desiderio di staccarsi dalla dipendenza parentale potrebbe condurti verso la strada dell’avventatezza, rifletti bene prima di salutare il tuo porto sicuro. Sconsigliata la compravendita di immobili e l’irrisolutezza in questioni relative ad eredità o lasciti. Sotto l’influsso dell’unione fra Marte e Saturno, la sessualità sarà potenziata ma minacciata da un eccesso che potrebbe tradursi in vizio e perversione.
Bilancia. La congiunzione amplifica l’attività mentale distorcendola in un rimuginare estenuante e dannoso. Sarai paranoico, permaloso ed incontentabile e il tuo umore sarà così mutevole da cambiare ad ogni stimolo proveniente dall’esterno. Utilizzerai la parola in maniera violenta ed aggressiva accumulando nemici ed oppositori. Sconsigliati i traslochi, gli spostamenti brevi e i chiarimenti. Non complicare la situazione coi parenti, tenta di dissimulare.
Scorpione. L’incontro fra i due malefici accentuerà le preoccupazioni finanziarie oltre il livello consentito. La paura di perdere quanto ottenuto nel precedente periodo ti poterà ad assumere un atteggiamento dittatoriale e paranoico che avrà come effetto principale l’allontanamento dei collaboratori. Prova a rilassarti, gran parte dei problemi sono insiti nella mente. Sconsigliata la compravendita di immobili e gli azzardi finanziari.
Sagittario. La congiunzione ti toccherà intimamente amplificando l’eccitabilità, l’istinto sessuale e l’intolleranza verso l’esterno. Se tale energia non verrà metabolizzata nella maniera corretta allora scatenerà una serie di situazioni equivoche prodotte generalmente dalla tua irritabilità incontrollabile. Non è raro che la rabbia repressa produca qualche effetto psicosomatico sul corpo fisico. I due malefici evidenzieranno il lato egoista ed individualista della tua natura spingendoti verso il vizio.
Capricorno. Saturno, potenziato da Marte, favorirà l’isolamento e la tendenza alla paranoia che ti esporrà ad una serie di situazioni confuse ed ambigue. Lo scontro fra il caldo e freddo avrà inoltre un’azione retentiva che potrebbe favorire l’insorgere di stati depressivi dettati da una sofferenza interiore mal curata. L’annebbiamo predisporrà a giudizi errati e frettolosi, scoramento e lamento immotivato. Affronta il periodo dedicandoti ad una passione accantonata.
Segni-Sketch88
Acquario. L’azione della congiunzione raffredderà alcuni rapporti e ti spingerà a restringere la cerchia di amicizie in maniera paranoica e scioccamente preventiva. In alcuni casi, il taglio di alcuni rapporti sarà vitale per lo sblocco di varie situazioni ma sovente sarà frutto del caso più che di una scelta ponderata e razionale. Prima di qualunque decisione definitiva imponiti delle prove inequivocabili.
Pesci. Marte e Saturno ti porteranno ad esprimerti in maniera violenta, assoluta ed aggressiva con conseguenze gravi in ambito lavorativo. È bene trattenersi ed utilizzare l’impulso marziano nell’esecuzione dei propri compiti senza troppe lamentele. Intentare una guerra contro i propri colleghi o capi potrebbe generare un effetto domino, col rischio di danneggiare la propria reputazione. Problemi con la madre. Sconsigliate le attività in proprio.